///Domande e Risposte (ragazzi)

Minori stranieri non accompagnati accolti in Italia: il rilascio del permesso di soggiorno alla maggiore età

I minori stranieri non accompagnati, affidati o sottoposti a tutela, una volta divenuti maggiorenni possono ottenere un nuovo permesso di soggiorno. Ciò è previsto dall’articolo 32 del Testo Unico sull’immigrazione (Decreto Legislativo n. 286/98) che prevede la possibilità di convertire il permesso di soggiorno di cui è titolare il minore in un permesso per: - [...]

Il permesso di soggiorno rilasciabile al minore straniero in Italia

Ogni ragazzo o ragazza, bambino e bambina, arrivato in Italia senza essere accompagnato da un adulto di riferimento, ha il diritto a rimanere nel paese. Per legge, infatti, i minori stranieri non accompagnati devono essere equiparati a tutti gli effetti ai loro coetanei italiani ed europei (Legge n. 47/ 2017, art. 1). Essi non possono [...]

La cittadinanza per chi nasce e risiede in Italia fino ai 18 anni

In Italia non è previsto l’acquisto automatico della cittadinanza per il bambino straniero che nasce nel territorio dello Stato. La legislazione italiana oggi in vigore prevede che solo in casi eccezionali il bambino nato in Italia da genitori stranieri possa acquisire la cittadinanza italiana. Tra questi sempre più frequente è l’ipotesi dello straniero che nasce [...]

Chi può chiedere la cittadinanza italiana?

La cittadinanza italiana può essere richiesta e riconosciuta al cittadino straniero quando, in presenza di una serie di presupposti, la legge vigente in materia (l. 91/1992) ritiene che lo stesso abbia un forte legame con il territorio italiano. La cittadinanza può essere acquisita automaticamente: per nascita o per discendenza (“ius sanguinis” o diritto di sangue), [...]

Quando i genitori si separano: i diritti dei figli

I figli hanno il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo sia con la madre che con il padre, di ricevere cure, educazione e istruzione da entrambi. I genitori dovrebbero stare assieme ai figli e cooperare continuamente nella loro crescita, prendere ogni decisione insieme. Come fare, quando questo diventa difficile?

Cos’è la discriminazione indiretta?

Sussiste discriminazione indiretta quando una disposizione, un criterio, una prassi, un atto, un patto o un comportamento apparentemente neutri possono mettere in una posizione di particolare svantaggio rispetto ad altri, persone di una determinata razza od origine etnica (direttiva n. 2000/43) o che professano una determinata religione o ideologia, portatori di disabilità, di una determinata [...]