/Corte di Giustizia UE, sentenza 8 marzo 2011 in causa C-34/09

Corte di Giustizia UE, sentenza 8 marzo 2011 in causa C-34/09

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea nella causa promossa da Gerardo Ruiz Zambrano contro Office national de l’emploi (ONEm) belga, ha affermato che, una volta acquisita la cittadinanza dello Stato Membro, i figli non possono essere privati dallo stato del godimento reale ed effettivo dei diritti lattribuiti dallo status di cittadini dell’Unione, fra i quali quello di soggiorno dei familiari dai quali dipendono, quale che sia la loro cittadinanza.
In precedenza, la Corte aveva affermato il diritto di una cittadina cinese a soggiornare con il figlio minore in Irlanda, dove il figlio era nato ed era stato riconosciuto cittadino.
Sentenza 19 ottobre 2004, causa C 200/02, Zhu c. UK

 

Corte_UE_8Mar2011.pdf
2011-04-06T12:25:56+00:00 6 aprile 2011|Corte di Giustizia dell'Unione Europea|