/Dai tribunali: novità per i diritti dei minori in Italia e in Europa

Dai tribunali: novità per i diritti dei minori in Italia e in Europa



NEWSLETTER  N. 4                 AGOSTO 2014           Progetto CLAIM


Rendere protagonisti i minori nei procedimenti amministrativi e giudiziari


Corte
Europea dei diritti dell’Uomo,
sentenze
del 26 giugno 2014 nei casi Mennesson e Labassee

Il
rifiuto dello stato a riconoscere il vincolo fra padri e figli viola
il diritto del bambino alla vita familiare anche quando il rapporto
genitoriale è nato in seguito a maternità surrogata.

Corte
di Giustizia dell’UE, sentenza del 19 giugno 2014 (C-507/12)

Importanti
chiarimenti della Corte di Giustizia riguardo alle condizioni alle
quali le donne che hanno lavorato e risiedono in un stato membro
dell’UE diverso da quello di cui sono cittadine possono fruire delle
prestazioni di assistenza sociale per la gravidanza e il puerperio,
con parità rispetto alle mamme lavoratrici inglesi.

Italia:

Corte
di Cassazione, sez. I civile, sentenza del 25 Giugno 2014 n. 14445

Come
valutare attentamente l’impegno del genitore in difficoltà, prima di
decidere se disporre l’adozione del figlio.

Tribunale
di Firenze, sentenza del 22 maggio 2014 n. 1623

La
normativa comunitaria consente di ottenere l’immediata pronuncia di
divorzio senza preventivo tempo di separazione o di motivi specifici
che giustifichino la recisione del vincolo coniugale secondo il
diritto italiano.

Spagna

Tribunal
Supremo (Spagna), sentenza del 26.05.2014 n. 289

Quando
i genitori vivono in città diverse, chi paga le spese di viaggio per
visitare il figlio? I criteri da applicare quando il figlio abita
presso uno dei genitori.

Leggi anche le altre novità: 

Segnalazioni

Pubblicazioni 

Eventi

La Newsletter CLAIM

Questa Newsletter fa parte delle attività del progetto CLAIM (Child Law: Action for an Innovative Methodology). Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea -“Fundamental Rights & Citizenship Programme”- è attivo dal dicembre 2012 e durerà fino a dicembre 2014.

Capofila del progetto è Save the Children Italia. Le attività sono implementate in collaborazione con i partner Università Roma Tre, European Public Law Organization ad Atene assieme alla National and Kapodistrian University of Athens. La Universidad Comillas di Madrid e la Fondazione La Merced Migraciones.

L’obbiettivo generale del progetto è favorire la promozione dei diritti dei minori attraverso l’implementazione delle misure previste per la Child friendly Justice del Consiglio d’Europa. Per favorire l’attuazione di tali misure, il progetto promuove un approccio multidisciplinare e multilivello che coinvolge professionisti legali (avvocati, procuratori, avvocati, giudici), accademici e ONG.

Per maggiori informazioni: luca.bicocchi@savethechildren.org

– See more at: https://legale.savethechildren.it/News/Details/4cd6714813c446159dfeda61cb40cad2?container=generica-news#sthash.OexGDLSz.dpuf

2014-08-12T00:00:00+00:00 12 agosto 2014|Senza categoria|