/L’integrazione dei figli degli immigrati: una nuova ricerca comparata

L’integrazione dei figli degli immigrati: una nuova ricerca comparata

La ricerca offre uno sguardo senza precedenti sulla vita reale, i luoghi e la condizione della seconda generazione europea con riguardo all’istruzione, il lavoro, le relazioni sociali, la religione e la formazione dell’identità.

Utilizzando i dati raccolti dal sondaggio TIE in quindici città in otto paesi europei, gli autori dipingono un quadro vivido di come i figli di immigrati provenienti dalla Turchia, il Marocco e la ex Jugoslavia progrediscono o meno. Le loro scoperte e confronti transnazionali sono interessanti e talvolta dirompenti.

Scopriamo così che è in Svezia e in Francia che i ragazzi di serconda generazione hanno migliori opportunita di integrazione e di salire la scala sociale.

Gli stati in comparazione sono Germania, Belgio, Paesi Bassi, Svezia, Francia, Spagna, Austria e Svizzera.

Autori vari – a cura di M. Crul, J. Schneider, F. Lelie (Rete di Ricerca IMISCOE)

Scarica il testo (pulsante rosso a destra)

Dimensione: 437 pagine – 4,5Mb

 

Il volume è disponibile anche sulla piattaforma OpenAccess a questa pagin.

Può inoltre essere ordinato in formato cartaceo presso al casa editrice Amsterdam University Press.

 

 

 

second_generation_compared2012.pdf
2012-10-18T17:38:13+00:00 18 ottobre 2012|News|