/Per i diritti dei bambini in ospedale

Per i diritti dei bambini in ospedale

Cosa può succedere e cosa puoi chiedere e ricevere dai medici e dagli infermieri che si prenderanno cura di te?
A questa domanda è importante dare risposta con un linguaggio chiaro e semplice.
Per questo il Comitato etico della Fondazione Umberto Veronesi, insieme a Ospedale Amico, ha elaborato il “Decalogo dei diritti del malato per i bambini e gli adolescenti”, in modo da poter dare sempre migliori servizi ai bambini e alle loro famiglie. 
Si tratta di dieci punti inderogabili nell’assistenza dei bambini in ospedale, spiegati anche con un fumetto scaricabile dal sito internet della Fondazione a questa pagina.
Ecco i dieci punti che riassumono i diritti dei bambini in ospedale:
 
1) Diritto al riconoscimento della specificità di bambino o adolescente e a che la propria famiglia sia coinvolta nel piano assistenziale e informata con continuità e trasparenza sulle condizioni di salute e sulle cure;  
 
2) Diritto alla qualità scientifica e alla qualità relazionale delle cure;  
 
3) Diritto a ricevere cure tempestive e sostenibili quanto a invasività e a sofferenza, privilegiando le cure domiciliari;  
 
4) Diritto alla prevenzione del dolore e al suo trattamento, in particolar modo nelle condizioni severe o terminali; 
 
5) Diritto a essere informati con modalità commisurate alle competenze e alla maturità raggiunta individualmente; 
 
6) Diritto a che i propri desideri, esigenze e opinioni vengano tenuti nella massima considerazione, particolarmente in ragione del crescere dell’età e anche relativamente a eventuali dichiarazioni anticipate di trattamento; 
 
7) Diritto alla tutela dell’integrità e della riservatezza riguardo alle proprie espressioni di disagio e alle confidenze; 
 
8) Diritto a essere parte attiva del processo di cura, anche attraverso attività di autocura e diritto alla continuità dell’assistenza con il medesimo personale sanitario. 
 
9) In caso di ospedalizzazione, diritto a valorizzare le proprie relazioni affettive e la vicinanza dei congiunti, compreso, ove possibile, il contatto con gli animali di affezione. 
 
10) Diritto a godere in ospedale di spazi di gioco e di condizioni adatte alla socializzazione nonché a ricreare un ambiente simile a quello familiare e diritto alla continuità scolastica, anche attraverso strumenti telematici. 
2018-10-22T15:38:20+00:00 17 dicembre 2014|Domande e Risposte (ragazzi), News, Ragazzi|