Informazioni e Materiali sui diritti dei minori in Italia e in Europa

Save the Children

Leggi e materiali

Decreto legge 26 giugno 2014, n. 92

Il Governo italiano ha modificato la legge l'articolo 24 del decreto legislativo 28 luglio 1989,  n.  272 sul processo penale a carico di imputati minorenni.  


I condannati  minorenni sono  custoditi  fuori  dal  circuito  penitenziario  degli adulti sino al raggiungimento dell'età di 25 anni e non più solo fino a 21. 


Ciò vale anche quando l'esecuzione della pena ha inizio dopo il compimento dei 18 anni.


Questa e altre misure introdotte dal decreto-legge 92/2014 hanno lo scopo di ottemperare  alla sentenza della  Corte  Europea  dei  Diritti  dell'Uomo dell'8  gennaio  2013  (causa  Torreggiani  e  altri  contro Italia), nella quale è stato stabilito che lo Stato  italiano  debba offrire  una  riparazione adeguata per i danni ai detenuti derivanti dal sovraffollamento carcerario.



Decreto legge 26 giugno 2014, n. 92 

Disposizioni urgenti in materia di rimedi risarcitori in  favore  dei detenuti e  degli  internati  che  hanno  subito  un  trattamento  in violazione  dell'articolo  3  della  convenzione   europea   per   la salvaguardia dei diritti dell'uomo  e  delle  libertà  fondamentali, nonché di  modifiche  al  codice di  procedura   penale   e   alle disposizioni di attuazione,  all'ordinamento  del Corpo di  polizia penitenziaria  e  all'ordinamento  penitenziario,   anche   minorile.


Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.147 del 27-6-2014


Estratto:


Art. 5 
 

Modifiche all'articolo 24 del decreto legislativo 28 luglio 1989,  n. 272 

 

  1. All'articolo 24 del decreto legislativo 28 luglio 1989, n.  272, nel comma 1 le parole: «ma non il ventunesimo  anno  di  età»  sono sostituite dalle seguenti: «ma non il venticinquesimo anno di età». 




Cosa dice la legge

L'articolo 24 del decreto legislativo 28 luglio 1989,  n. 272  risulta quindi aggiornato come segue:

Art. 24 

 Esecuzione di provvedimenti limitativi della libertà personale

 

  1.  Le  misure  cautelari,  le  misure  alternative,  le sanzioni sostitutive, le pene detentive e le misure di sicurezza  si  eseguono secondo le norme e con le modalità previste per  i  minorenni  anche nei  confronti  di  coloro  che  nel  corso  dell'esecuzione  abbiano compiuto il diciottesimo ma non il venticinquesimo anno di  età.


L'esecuzione rimane affidata al personale dei servizi minorili. 


  2.  Le  disposizioni  del  comma  1  si  applicano   anche   quando l'esecuzione ha inizio dopo il compimento del  diciottesimo  anno  di età. 



Torna Indietro

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla nostra newsletter